Dissesto Idrogeologico

banner territorio 940

Il Veneto è una Regione bellissima, ma fragile. Non posso più tollerare di vederla drammaticamente franare. Non è possibile che ogni precipitazione superiore alla media inneschi situazioni di pericolo in territori che apparentemente dovrebbero essere sicuri, basti pensare al tragico evento di Refrontolo dell'agosto scorso.

La mia attenzione sarà rivolta alla tutela delle straordinarie colline trevigiane e a fiumi che vanno curati e governati, in particolare il Piave, il Livenza, il Sile.

Mi batterò in Regione perché sia formulato un piano globale di riassetto-tutela dei declivi montani e dei bacini fluviali, che preveda la realizzazione delle vasche di laminazione, la manutenzione periodica dei greti e degli argini, la riduzione dei prelievi d’acqua per l’irrigazione tramite la raccolta e il riutilizzo delle acque in piccoli invasi.

Il mio impegno sarà perché l'attività di cava sia rigorosamente regolamentata: per troppo tempo ha beneficiato di proroghe e di deroghe che hanno consentito il “sacco” del Veneto.