Sanità

banner sanita 940

Il mio impegno in Regione sarà quello di abbattere i costi improduttivi, razionalizzare i servizi, ridurre gli sprechi della gestione amministrativa.

La soluzione è la riduzione delle Ulss da 21 a 8. In provincia di Treviso si deve andare verso l’unificazione delle tre Asl in un’unica azienda sanitaria, capace di mettere insieme le moltissime eccellenze sia professionali che strutturali del territorio, garantendo ai cittadini una rete ospedaliera potenziata e capillare, maggiormente efficace e completa.

A Treviso è necessario accelerare sulla realizzazione della Cittadella dalla Salute.

L'impegno è a tagliare i Direttori generali e i Consigli di amministrazione, non gli Ospedali. Liberando quindi risorse da destinare agli ospedali di comunità e alle strutture di riabilitazione.

Io sono fermamente convinto che sia necessario iniziare a ripensare l’organizzazione logistica e strutturale dei Pronto Soccorso, creando aree di tipo ambulatoriale destinate unicamente ai codici bianchi e ai codici verdi, ma anche potenziando la medicina di gruppo ogni 15mila abitanti in tutto il territorio, con servizi da parte dei medici di medicina generale in grado di dare risposte immediate e continue ai cittadini.